Condividi l'articolo con gli amici...

Allenamento sui rulli per bici da corsa

allenamento sui rulli bici da corsa

Non so tu, ma io con l’arrivo dell’inverno faccio un po’ fatica a percorrere tanti chilometri su strada con la mia bici da corsa. È vero: la riduzione delle ore di luce diurna rallenta un po’ tutte le nostre attività, in quanto per nostra difesa tendiamo a cercare situazioni di riparo, quindi di calore e di comfort, e ad avere maggior necessità di dormire, di riposare.

In più, il freddo diventa spesso un forte deterrente capace di dissuaderci a fare quell’uscita in bici che avevamo programmato con tanta cura e nei minimi dettagli. Senza contare poi che in inverno bisogna coprirsi di più. E tante volte o siamo troppo coperti o torniamo a casa congelati.

Ora, sono sicuro che i cicloamatori più appassionati e incalliti storceranno il naso. Ho conosciuto tanti ciclisti fare chilometraggi invernali quasi identici a quelli estivi. E li ho sempre ammirati. Ma per chi, come me, non riesce in inverno a fare uscite lunghissime e frequenti esiste una via di mezzo. Alternare l’allenamento su strada con l’allenamento sui rulli con la propria bici da corsa.

La periodizzazione dell’allenamento nel ciclismo

Quello della preparazione invernale nel ciclismo e del corretto allenamento da seguire è un tema molto dibattuto da diversi anni. La scelta di seguire un programma di allenamento con i rulli è comunque condivisa da moltissimi ciclomatori.

Il mio pensiero, che è poi quello di tanti preparatori atletici esperti in discipline anche differenti dal ciclismo, è che in un programma annuale di allenamento dovrebbero essere inseriti lavori differenti dalla consueta pedalata fatta con la medesima modalità, sulle solite strade, con i soliti amici.

In queste condizioni di consuetudine del gesto atletico e della sua modalità di esecuzione, il nostro organismo comincia a mandarci una serie dei segnali, come ad esempio la stanchezza e la svogliatezza. Inoltre notiamo che col tempo i miglioramenti, che nei primi mesi di allenamento erano all’ordine del giorno e ben visibili, ora non si notano più. E per di più a tutto ciò si abbina un leggero incremento di peso.

Tutto ciò dipende dall’azione di adattamento del nostro organismo agli stimoli che fino ad allora gli abbiamo trasmesso attraverso il nostro allenamento. Se l’organismo, i muscoli, il sistema cardiovascolare non ricevono nuovi stimoli, diversi o più intensi, ecco che il degradamento delle nostre condizioni di forma si manifesta in pochissimo tempo. E con lui calano le performace del gesto atletico.

Dunque l’inverno può e deve essere il momento in cui possiamo impostare qualcosa di nuovo e di diverso, che prima di tutto rigeneri il nostro organismo e successivamente sorprenda i nostri muscoli.

Questo è uno schema tipo che potrebbe essere seguito per raggiungere tale obiettivo:

  • Stacca la spina per un po’. Non andare in paranoia pensando che stai buttando via tutto il lavoro fatto durante l’anno. Sfrutta i primi freddi per prenderti una pausa da tutto, per cazzeggiare un paio di settimane, concediti un po’ di riposo (te lo meriti!). Rigenera il tuo organismo.
  • Dopo due settimane ricomincia a fare sport in piena libertà e divertimento: vai a correre, a nuotare, fai arrampicate. Insomma, tutto ciò che ti piace, tranne prendere in mano la tua bici da corsa. Ti deve tornare una voglia pazza di saltarci su di nuovo e di tornare a macinare centinaia di chilometri.
  • Dopo un mese vedrai che quella voglia sarà tornata e con lei il tuo organismo sarà pronto a ricevere nuovi stimoli e a farti vedere nuovi miglioramenti, a sbalordirti ancora. Questo è il momento in cui puoi fare un lavoro nella sala pesi di una palestra, per lavorare sulla forza e sulla crescita della massa muscolare, e sui rulli per bici da corsa, per preparare il fondo e migliorare la capillarizzazione muscolare.

Perché è utile l’allenamento con i rulli

Lo dico prima che qualcuno pensi che io voglio farti passare il concetto che l’allenamento sui rulli possa sostituire l’uscita in bicicletta: è ovvio, ed è evidente a chiunque abbia pedalato alche solo un po’ nella sua vita, che le due metodologie di allenamento sono estrememente differenti, così come è differente l’approccio mentale agli stessi. L’allenamento indoor non potrà mai riportarci le stesse sensazioni e gli stessi stimoli che noi cicloamatori riceviamo da un allenamento in bici all’aperto.

Fatta questa doversosa premessa, mi preme però anche dire che oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante e che il mercato mette a disposizione di tutti strumenti in grado portare a termine un programma di allenamento sui rulli in grado di farci manterene o addirittura migliorare lo stato di forma, con simulazione di salite di forza-resistenza (SFR), capillarizzazione muscolare, variazioni di ritmo, ecc.

L’allenamento con i rulli in inverno è dunque importante e utile in quanto ci permette di compiere il gesto della pedalata, di simulare condizioni estreme e di sollecitare in modo intenso la nostra muscolatura senza dover patire il freddo o rischiare brutte scivolate su strade ghiacciate.

Inoltre, avere a disposizione a casa propria o nel proprio box la bici da corsa sui rulli, significa poterne disporre anche nelle altre stagioni dell’anno, quando ad esempio piove ininterrottamente per giorni e giorni oppure durante i giorni più umidi e afosi dell’estate.

Con i rulli è possibile effettuare test di valutazione, come il calcolo della frequenza cardiaca massima o della frequenza di soglia, test difficili da effettuare su strada all’aperto per le tante variabili ambientali che entrano in gioco (vento, traffico, semafori, pendenze) e che ne influenzerebbero il risultato finale.

allenamento sui rulli

Rulli o spinbike?

Durante l’approccio all’allenamento indoor, molti cicloamatori si chiedono se sia meglio acquistare una spinbike oppure utilizzare la propria bici da corsa sui rulli. Al di là dell’aspetto prettamente economico, per il quale consiglio sempre i rulli in quanto la spesa è decisamente inferiore, c’è un aspetto tecnico da tenere in considerazione quando si è davanti a questa scelta.

Sì perché, per quanto possa essere un ottimo prodotto, la spinbike non potrà mai riprodurre la pedalata naturale che avviene invece con la tua bici da corsa. Oltretutto avrai acquistato la tua bici con le misure del telaio e dei componenti in base alle tue quote e pertanto anche la posizione in sella sulla tua bici avrà una maggiore naturalezza rispetto a una spinbike.

Personalmente ti consiglio di acquistare un rullo che abbia una scorrevolezza molto fluida, senza spendere soldi inutili in sofisticazioni, software, simulazioni. Nell’allenamento con i rulli la cosa fondamentale è avvicinarti il più possibile a riprodurre le stesse sensazioni e condizioni di pedalata che avresti su strada.

Ovviamente, dato che l’allenamento con i rulli è un’attività sportiva molto noiosa, se lo riterrai opportuno potrai spendere qualche soldino in più e permetterti simulazioni fino a qualche anno fa impensabili negli allenamenti indoor. Nel proseguo dell’articolo ti illustrerò qualche prodotto presente sul mercato, sia di concezione tradizionale, sia interattivo.

Quale bici da corsa usare per l’allenamento sui rulli

Mettiti il cuore in pace perché l’allenamento sui rulli in una stanza di casa, in cantina o in box ti farà perdere tanto sudore e anche per questo sarà molto estenuante. Perché ti dico questo? Perché ci sono molti cicloamatori che non amano lavare la propria bici da corsa con litri di sudore, con il rischio ovviamente di rovinarla. Ecco che allora ricorrono al mitico muletto! Non è una scelta che consiglio in modo assoluto, ma se non hai tempo di sciacquarla dopo l’allenamento, il rischio di rovinarla è alto.

Al di là del fatto che l’acquisto di un muletto, per quanto possa essere una bici da corsa con caratteristiche di base, è sempre un costo alto da prevedere (soprattutto per i componenti relativi alla trasmissione, sui quali è sempre bene non risparmiare se vuoi mantenere una buona scorrevolezza di pedalata), personalmente utilizzo la mia bici da corsa per mantentere identiche le sensazioni e le condizioni di pedalata e di postura che avrei su strada.

Se opterai anche tu per questa scelta, ti consiglio piuttosto l’acquisto di una seconda ruota posteriore, che utilizzerai soltanto per i tuoi allenamenti sui rulli e che avrà un copertoncino adatto al rullo. Tieni conto infatti che il rullo si mangia letteralmente i copertoncini e pertanto dovrai cambiarlo spesso. Meglio dunque tenere intatta la ruota posteriore della tua bici da corsa, evitando tra l’altro di usurarla con le sollecitazioni della pedalata sui rulli.

Una particolare tipologia di rulli: i rollers

allenamento sui rulli

I rulli di cui ti ho parlato fin qui sono i classici e tradizionali rulli dove il mozzo della ruota posteriore é ancorato su un supporto in grado di sostenere la bici e il ciclista. Esiste però una tipologia di rulli chiamati rollers. Sto parlando di quei particolari modelli costituiti da tre rulli, su due dei quali viene posizionata la ruota posteriore della bicicletta, mentre sull’altro viene appoggiata quella anteriore.

Appena hanno fatto la loro comparsa sul mercato, il mio primo pensiero è stato quello di un prodotto alquanto pericoloso, in quanto non ha un supporto che tiene ferma la bicicletta. Dopo averli provati, mi sono invece reso conto che chiunque abbia dimestichezza a pedalare su una bici da corsa con pedali a sgancio rapido non dovrebbe avere nessuna difficoltà ad allenarsi su questo tipo di rulli.

Piuttosto, la grande differenza che li distingue dai rulli tradizionali è dovuta proprio al fatto che non esiste alcuna resistenza al movimento e pertanto sono più adatti per allenamento dove si voglia far girare le gambe, magari per un riscaldamento, per una sessione di defaticamento o semplicemente per mantenere la forma.

I rulli tradizionali rimangono quindi i compagni migliori per allenamenti di potenza e per lavori specifici di simulazione delle diverse situazioni su strada.

Migliori rulli e rollers per bici da corsa

Dopo averti spiegato l’utilità dell’allenamento sui rulli e perché è preferibile acquistare un rullo piuttosto di una spinbike, è arrivato il momento di proporti quelli che a mio avviso sono i rulli e i rollers per bici da corsa più interessanti presenti sul mercato.

Rulli Magnetic Days: il top di gamma

allenamento sui rulli

Magnetic Days più che rulli rappresentano un metodo, una nuova frontiera nell’allenamento indoor. Sono uno strumento preciso e altamente tecnologico, attraverso il quale è possibile effettuare allenamenti estremamente personalizzabili e gestiti in completa autonomia dal sistema.

lenamento

Tutto parte da un colloquio telefonico con un coach messo a disposizione da Magnetic Days, con il quale si stabiliranno gli obiettivi e la modalità di allenamento per raggiungerli. Successivamente si svolgeranno una serie di allenamenti per dare al coach le indicazioni di base sui valori e sulle caratteristiche dell’atleta.

A quel punto si potranno acquistare degli allenamenti da 12 o multipli.

allenamento sui rulli

Dopo aver eseguito i primi 6 allenamenti del programma, si invieranno al coach che valuterà i valori degli ultimi due ed elaborerà i successivi 6 allenamenti che invierà all’atleta. Si prosegue così fino al completamento del pacchetto acquistato. Il metodo dei rulli Magnetic Days si basa dunque su un’attenta e costante valutazione dei parametri di ciascun atleta e dei suoi miglioramenti.

Quando si cominceranno a effettuare uscite in bici, c’è la possibilità di ricevere programmi di allenamento sia indoor sia outdoor.

Migliori rulli tradizionali

Rullo Elite Novo Force

allenamento sui rulli
Con questo modello di rulli per bici da corsa, Elite ha fatto passi da gigante sia sul telaio sia sulle performance dell’unità di resistenza. Ecco in sintesi le caratteristiche dei rulli Elite Novo Force:

  • 8 livelli di resistenza regolabili da pratico selettore al manubrio.
  • Unità di resistenza magnetica molto compatta.
  • Per la compatibilità con App My E-Training o app terze utilizzare il sensore Misuro B+

Rullo Elite Qubo Fluid

allenamento sui rulli
Già dal suo nome si capisce qual è la funzione che si voleva maggiormente esaltare per questo rullo. Il grande volano dei rulli Elite Qubo Fluid è infatti completamente immerso nell’olio e ciò consente di ottenere livelli elevati di resistenza, anche a basse velocità.

Rullo Tacx Blue Matic

allenamento sui rulli
Il rullo Tacx Blue Matic è il prodotto ideale per i ciclisti alle prime armi che sono alla ricerca di un rullo semplice da usare. È possibile regolare la resistenza secondo le necessità, mediante una leva sul manubrio.

Rullo Gist MagneticSystem

allenamento sui rulli
Questo rullo sfrutta un sistema magnetico di nuova concezione con soluzioni tecniche avanzate. Al nuovo design, il rullo Gist Magneticsystem associa maggiori possibilità di regolazione dello sforzo di pedalata per un’utilizzo con i più disparati programmi di allenamento.

Migliori rulli interattivi

Rullo Elite Qubo Digital Smart B+

allenamento sui rulli
Nel progettare i nuovi rulli Qubo Digital Smart B+, la Elite ha voluto realizzare una completa interazione con APP, software e Device con protocollo ANT+Trainers (FE-C). Trasmissione Wireless ANT+ e Bluetooth Smart. Stiamo parlando di un rullo magnetico wireless con regolazione elettronica che offre un ampio range di resistenza. Il rullino Elastogel riduce la rumorosità del 50%, diminuisce il consumo del pneumatico del 20% e aumenta l’aderenza. I rulli sono equipaggiati con telaio Qubo dotato del sistema Crono a compasso che permette di simulare fedelmente il comportamento della strada (peso/ potenza).

Rullo Tacx Vortex Smart

allenamento sui rulli
Vortex è stato il primo rullo interattivo Smart realizzati da Tacx. È stato dotato di un freno elettrico, che genera una sensazione di pedalata realistica offrendo al tempo stesso tutte le funzionalità interattive. I rulli Tacx Smart comunicano tramite protocollo ANT+ FE-C. Il software utilizzato (anche di terzi) riceve diverse tipologie di dati: velocità, ritmo e potenza.

Rullo Bkool Smart Pro

allenamento sui rulli
Bkool Smart Pro è il rullo concepito per offrire il massimo in tema di simulazione e quindi del realismo durante l’allenamento. È un prodotto potente, in quanto può arrivare fino a 1.200W di potenza e riprodurre fino al 20% di pendenza. Le sue gambe telescopiche garantiscono una maggior stabilità durante la pedalata. I rulli Bkool son gli unici sul mercato a simulare l’inerzia, con una regolazione intelligente delle pendenze. È dotato di simulatore con il quale comunica via ANT+.

Accessori per l’allenamento sui rulli

Pneumatici per rullo Elite Coperton

pneumatici per rullo elite coperton
Il pneumatico ideale per l’utilizzo sui rulli si chiama Elite Coperton.
Silenzioso e confortevole, ha un miglior grip rispetto ai copertoni convenzionali e sviluppa meno calore. Tutto ciò permette di condurre un miglior allenamento, riducendo le vibrazioni e la rumorosità. La dispersione del calore avviene grazie alle speciali zigrinature che non surriscaldano il pneumatico. Inoltre il minor stress del pneumatico sul rullino garantisce una maggiore durata del rullino stesso.

Migliori rollers

Roller Elite Arion Mag

allenamento sui rulli
Elite Arion Mag è il roller moderno e funzionale concepito per ottimizzare l’allenamento per mezzo di tre livelli di resistenza selezionabili mediante un agevole ed ergonomico cursore presente sul rullo. L’unità di resistenza magnetica è integrata con magneti al neodimio di ultima generazione.

Roller Tacx Galaxia

allenamento sui rulli
Il Tacx Galaxia è un roller sofisticato. Il sistema di oscillazione brevettato compensa appieno le accelerazioni in avanti e indietro, in modo da non uscire dal rullo.