Ruote in carbonio per bici da corsa: guida all’acquisto

I cicloamatori sono generalmente attratti dal grande fascino di passare alle ruote in carbonio per via del vantaggio aerodinamico che conferiscono alla loro bici da corsa rispetto alle ruote in alluminio. Ma non solo…

ruote in carbonio bici da corsa

Le ruote sono i componenti della nostra bici da corsa che possono darci una marcia in più, sia dal punto di vista dell’aerodinamica sia dal punto di vista estetico. Quello dell’estetica è forse il criterio di scelta più vincente tra i due: in effetti una coppia di ruote in carbonio ad alto profilo può davvero cambiare in meglio la tua bici da corsa e conferirle un aspetto più aggressivo, aumentandone tra l’altro il valore.

Al di là della mia premessa, la qualità tecnica di una ruota riveste però un ruolo fondamentale, sia per un fatto di sicurezza, sia per un discorso legato alla scorrevolezza e quindi alla performance della pedalata. La tua scelta però dovrà essere fatta, dopo aver valutato attentamente le mie indicazioni, sulla coppia di ruote in carbonio più adatta alla tue esigenze ciclistiche. In questo articolo ti spiegherò quindi quali sono le caratteristiche più importanti che devi tenere in considerazione e ti aiuterò con qualche spunto su quelle che a mio avviso sono le migliori ruote in carbonio sul mercato attuale.

piano dimagrimento

Perché scegliere le ruote in carbonio per bici da corsa

Maggior aerodinamica. I cicloamatori sono generalmente attratti dal grande fascino di passare alle ruote in carbonio per bici da corsa per via del vantaggio aerodinamico che conferiscono rispetto alle ruote in alluminio. I principali produttori hanno dimostrato questo vantaggio attraverso l’esecuzione di test nella galleria del vento, che hanno confermato una significativa riduzione della resistenza delle ruote in carbonio. Se hai intenzione di partecipare a una Granfondo, le ruote in carbonio sono sicuramente una scelta corretta.

Leggerezza. Il carbonio è un materiale più leggero dell’alluminio e pertanto è la scelta ideale per le ruote aerodinamiche.

Migliori prestazioni di guida. La rigidità delle ruote da corsa in carbonio è maggiore di quelle in alluminio, quindi per i ciclisti più potenti questa peculiarità consente maggiore reattività e pertanto maggiori prestazioni.

Ruote in carbonio per bici da corsa: come sceglierle

ruote in carbonio per bici da corsa

Tra tutte le tipologie di materiali che puoi trovare in commercio, se hai in mente di acquistare una coppia di ruote in carbonio hai scelto quello che determina un prezzo medio più alto rispetto agli altri materiali (fondamentalmente all’alluminio). La qualità e la sicurezza per questo componete realizzato in carbonio ha raggiunto ormai livelli altissimi, quindi farai senza dubbio un acquisto sicuro, ma prima di tutto devi imparare a valutarne le caratteristiche tecniche.

>>> Potrebbe interessarti: Come allenarsi in bici

I componenti di una ruota sono tre:

  • il mozzo
  • i raggi
  • il cerchio

Per la progettazione di ognuno di questi componenti, i costruttori devono fare grande attenzione a ogni particolare, in quanto la ruota è il componente della bici da corsa più soggetto a sollecitazioni fisiche durante la pedalata, sollecitazioni che si trasmettono in principal modo sul copertone ma anche sui raggi e sul cerchio, con un’intensità variabile a seconda di come sono stati concepiti tecnicamente questi componenti.  Vediamo insieme nel dettaglio le caratteristiche delle ruote in carbonio.

Cerchi in carbonio

ruote in carbonio per bici da corsa

Come per il telaio, i cerchi per bici da corsa sono i componenti delle ruote il cui materiale determina il peso delle ruote stesse e in questo senso il carbonio è il materiale che determina un peso inferiore rispetto ai cerchi in alluminio. Le caratteristiche costruttive del cerchi in carbonio determinano le prestazioni della pedalata a seconda della tipologia di percorso che dobbiamo sostenere e delle performance che richiediamo alla nostra bici da corsa. Si distinguono in cerchi ad alto, medio e basso profilo a seconda del suo spessore.

  • Cerchi ad alto profilo – Sono state appositamente studiate per i percorsi in piano e per velocià sostenute in quanto costruite con concetti avanzati di aerodinamica. Hanno lo svantaggio di essere meno maneggevoli delle altre e possono creare problemi di stabilità in caso di vento laterale.
  • Cerchi a basso profilo – Sono più leggere delle altre e per questo motivo più adatte in salita. Sono meno aerodinamiche e pertanto non del tutto adatte a sviluppare velocità in piano.
  • Cerchi a medio profilo – Sono una via di mezzo delle due precedenti e pertanto, se hai necessità di fare allenamenti o gare con percorsi misti, sono la scelta ideale.

Il mozzo

ruote in carbonio per bici da corsa

È un componente molto importante della ruota in carbonio di una bici da corsa, in quanto è l’elemento a cui è demandato il compito di ridurre al minimo l’attrito e di rendere la pedalata più scorrevole. Pertanto ne vanno valutate attentamente le caratteristiche e le eventuali innovazioni tecniche adottate.

I raggi

ruote in carbonio per bici da corsa

I raggi possono essere molto differenti da ruota a ruota, a seconda della tipologia e della destinazione d’uso. I loro compiti fondamentali sono quelli di mantenere centrata la ruota e di assorbire le sollecitazioni che arrivano dal terreno. Si possono montare da 16 a 36 raggi. Maggiore è il numero di raggi, migliore è la stabilità della bici da corsa. La ruota posteriore monta un numero maggiore di raggi per avere maggior stabilità e resistenza. La loro forma tradizionale è quella cilindrica, ma negli ultimi anni si sono realizzate forme differenti per aumentare l’aerodinamicità.

Rigidità o elasticità?

L’elasticità di una ruota determina il potere che ha una ruota di assorbire le sollecitazioni dal terreno e quindi consente una guida più comoda. D’altro canto è meno efficiente nel trasformare lo sforzo fisico della pedalata in velocità, prerogativa invece di una ruota più rigida. Una buona ruota dunque deve possere entrambe le caratteristiche: deve essere rigida ed elastica al tempo stesso. Ma come può avere entrambe le caratteristiche? In realtà, come spiega in un’intervista Paul Lew, direttore tecnologia e innovazione di Reynolds Cycling, una buona ruota deve essere elastica verticalmente e rigida lateralmente. Solo in questo modo riesce a sviluppare velocità e a conferire al tempo stesso comfort al ciclista durante la pedalata.

La tipologia dei pneumatici

Quando sceglierai le tue ruote in carbonio dovrai fare attenzione per quale tipologia di pneumatici sono state concepite: per copertoncini, per tubolari o per tubeless. La differenza è sostanziale, in quanto la scelta di una piuttosto che dell’altra tipologia cambia decisamente la metodologia di montaggio o di sostituzione del pneumatico e le prestazioni su strada. Vediamo quali sono le differenze:

  • Copertoncini – Sono i prneumatici che prevedono l’inserimento tra la gomma stessa e la ruota della classica camera d’aria. Il montaggio o la sostituzione sono operazioni alquanto semplici e il lavoro, estremamente pulito, non prevede l’utilizzo di collanti o mastici di nessun tipo.
  • Tubolari – Sono pneumatici formati da una camera d’aria sulla cui superficie viene incollato il battistrada. Sono dunque un elemento chiuso e necessitano quindi di essere incollati al cerchio delle ruote attraverso un mastice o nastro adesivo per tubolari. Il montaggio e la sostituzione sono dunque operazioni un po’ più complesse e “meno pulite” rispetto al copertoncino.
  • Tubeless – Lo dice la parola stessa inglese: senza camera d’aria. Una rivoluzione, che nel ciclismo su strada però non è ancora avvenuta. Per quanto riguarda il montaggio e la sostituzione valgono le stesse regole dei tubolari.

In linea di massima la scelta di un cerchio per copertoncino viene fatta da coloro che non hanno grandi esigenze di prestazioni in gara. La scelta per il tubolare infatti viene spesso fatta dai cicloamatori per una seconda coppia di ruote, da utilizzare solo in condizioni in cui si richiede maggiore scorrevolezza e aderenza al terreno.

C’è da dire che da quando i professionisti hanno adottato la scelta del tubolare, anche tra i cicloamatori si è diffuso maggiormente il suo utilizzo. Ma forse stiamo parlando più di una moda che di una reale necessità. Starà a te fare le tue considerazioni in base agli elementi che ti ho fornito.

Le ruote in carbonio per freni a disco

I freni a disco sono molto diffusi in questi ultimi anni. La loro particolarità è che agiscono sui mozzi invece che sul cerchio delle ruote, come avviene invece per il sistema frenante tradizionale, e il loro funzionamento avviene per lo più attraverso un sistema idraulico.

I fattori negativi dei freni a disco. Il peso totale di una bici da corsa con freni a disco è superiore rispetto a quello di una bici con freno tradizionale a causa dell’intero sistema frenante composto da leve, pinze dei freni, tubi flessibili, fluido e rotori. I produttori spesso cercano di ridurre al minimo la differenza di peso, aggravata anche dai mozzi, anche se la mancanza della pista frenante sul cerchione comporta che i cerchi per freni a disco sono generalmente più leggeri. La differenza di peso non è enorme, ma spesso può raggiungere anche un chilo. Altri fattori negativi dei freni a disco sono:

  • I freni a disco influiscono sull’aerodinamica: come qualsiasi altro componente esterno montato sulla bici da corsa, anche i freni a disco influiscono sull’aerodinamica. Anche in questo caso però i produttori stanno mettendo a punto soluzioni molto più aerodinamiche delle prime versioni di freni a disco apparse sul mercato.
  • La manutenzione comporta l’acquisizione di nuove competenze: mentre per un cerchione tradizionale montare, smontare o regolare i freni è un gioco da ragazzi, per i freni a disco potresti aver necessariamente bisogno dell’intervento di un meccanico specializzato. Stesso discorso vale per la pulizia.

I vantaggi dei freni a disco. A differenza del sistema frentante tradizionale, i freni a disco assicurano una frenata più efficiente e costante, anche in caso di frenata prolungata. Oltre a ciò, i freni a disco offrono i seguenti vantaggi:

  • Sono freni perfetti per chi utilizza ruote in carbonio: come dicevo prima, i cerchi sono più leggeri a causa della mancanza delle piste frenanti e pertanto i cerchi in carbonio sono la soluzione ideale.
  • Minor manutenzione: anche se la manutenzione necessita di maggior competenza, i freni a disco sfruttano un circuito idraulico che richiede pochissima manutenzione.

Quali ruote per bici da corsa comprare

Fatte le dovute precisazioni sulle caratteristiche di ciascun componente della ruota, ti indicherò ora quali sono le migliori case costruttrici di ruote in carbonio per la tua bici da corsa. Ciascun marchio ha una gamma molto ampia di modelli, pertanto ti proporrò una piccola selezione in base alle ruote maggiormente ricercate dai cicloamatori, suddivise in base alle fasce di prezzo.

Le migliori ruote in carbonio per bici da corsa (prezzi fascia bassa)

Ruote in carbonio Fulcrum Racing Quattro Carbon

Ruote in carbonio per bici da corsa

Se stai cercando una coppia di ruote per tutti i giorni e per tutte le situazioni, le Fulcrum Racing Quattro Carbon sono adatte alle tue necessità. Il loro profilo di 40mm conferisce buona stabilità e aerodinamicità. Sono agili in salita e maneggevoli in discesa.

Il materiale della ruota è in carbonio, così come quello del cerchio, con una finitura in fibra di carbonio unidirezionale. Studiata per montare i copertoncini, la Fulcrum Racing Quattro Carbon ha raggi in acciaio e i nipples in alluminio, così come in alluminio sono i due mozzi. Peso della coppia: 1.555 grammi.

Ruote in carbonio Campagnolo Bullet Ultra 50MM

ruote in carbonio per bici da corsa

Nel concepire queste ruote, Campagnolo ha pensato a un design accattivante e a creare una ruota reattiva e precisa nella guida. Per le Campagnolo Bullet Ultra è stata data molta attenzione alla qualità del materiale dei cuscinetti, per ottenere una ruota estremamente scorrevole. È una ruota a profilo alto per copertoncino. Il cerchio è in alluminio/carbonio, i raggi in acciaio e i nipples in alluminio. Il mozzo in alluminio permette di avere un elevato grado di rigidità laterale. Peso della coppia: 1.590 grammi.

Ruote in carbonio Mavic Cosmic Pro Carbon Exalith

ruote in carbonio per bici da corsa

Il profilo alto di 45mm delle Mavic Cosmic Pro Carbon Exalith aiuta a ridurre la resistenza all’avanzamento in ogni situazione di pedalata. Il trattamento Exalith permette spazi di frenata più corti. Il cerchio è composto da una lega di alluminio e carbonio. La pista frenante è in alluminio. I mozzi sono stati progettati con un sistema a innesto rapido e cuscinetti scorrevoli. Particolare cura è stata posta inoltre sui raggi, progettati con una nuova forma aerodinamica. Peso della coppia: 1.650 grammi.

Ruote in carbonio Fir R1 Carbon

Ruote in carbonio per bici da corsa

Anche le ruote Fir R1 Carbon sono ideali in tutte le condizioni di pedalata e di uscite in bicicletta. I cuscinetti sigillati ad alta precisione garantiscono al mozzo un’ottima scorrevolezza. Sono ruote disponibili sia per copertoncino, sia per tubolare. Peso della coppia per tubolare: 1.280 grammiPeso della coppia per copertoncino: 1.470 grammi.

Ruote in carbonio Bontrager Aeolus 3 D3 TLR

Ruote in carbonio per bici da corsa

Le ruote Bontrager Aeolus 3 D3 TLR sono il modello per copertoncino, da sempre le ruote più leggere. Ora si sono fatte ancora più leggere, perdendo altri 110g. Sono ruote adatte alle pendenze più ardue. La larghezza interna di 19,5mm permette alle Aeolus 3 di essere particolarmente adatte alle gare. Peso della coppia: 1.348 grammi.

Le migliori ruote in carbonio per bici da corsa (prezzi fascia media)

Ruote in carbonio Fulcrum Racing Zero Carbon

ruote in carbonio

L’innovazione delle Fulcrum Racing Zero Carbon è stata quella di reinterpretare le classiche Racing Zero in alluminio creando una combinazione unica tra alluminio e carbonio: super rigida grazie ai raggi in alluminio, sul reattiva grazie al cerchio in carbonio. Negli ultimissimi modelli, il carbonio utilizzato è il carbonio “Twill”, mentre la frenata sfrutta la tecnologia AC3.

Ruote in carbonio Mavic Ksyrium Pro Carbon SL C

Ruote in carbonio per bici da corsa

La nuova tecnologia iTgMAX conferisce alle Mavic Ksyrium Pro Carbon SL C le migliori caratteristiche di leggerezza e qualità di guida. In particolare, aumenta l’affidabilità e la resistenza al calore. Le ruote, con cerchio in carbonio per copertoncino, pesano solo 1390 grammi

Ruote in carbonio Fir R25 Carbon

ruote in carbonio per bici da corsa
Con questo modello, Fir ha realizzato le sue ruote per bici da corsa in carbonio più leggere. Le Fir R25 Carbon sono l’ideale per gli scalatori e per chi vuole dalle sue ruote leggerezza e comfort nei lunghi tratti. Il cerchio è a basso profilo da 25mm. Il mozzo zero abbina una gran scorrevolezza alla massima rigidità torsionale.

Le migliori ruote in carbonio per bici da corsa (prezzi fascia alta)

Ruote in carbonio Fulcrum Full Carbon Speed 55T DB

ruote in carbonio per bici da corsa

Il profilo a naso largo delle ruote Fulcrum Speed 55T DB migliora i flussi aerodinamici per una rotta stabile e senza disturbi. La rigidità dei raggi dona un’elevata facilità ai rilanci. Il cerchio full carbon è stato concepito per tubolare e grazie alla concezione di nuovi strati trasferisce ancora meglio la potenza inespressa. Le Speed 55T DB sono le ruote più estreme della gamma Fulcrum.

Ruote in carbonio Campagnolo Bora Ultra 50

ruote in carbonio per bici da corsa

Ruote in carbonio Cosmic Ultimate T

ruote in carbonio per bici da corsa

La Cosmic Ultimate T è stata concepita per conferire il meglio delle caratteristiche di leggerezza, rigidità e aerodinamicità. La rigidità è stata garantita grazie alla costruzione in full carbon di cerchi, raggi e mozzi. Le Cosmic Ultimate T sono le preferite dai professionisti per qualunque gara su strada.