Sudare fa dimagrire? Sfatiamo un falso mito!

Sudare fa dimagrire è la domanda che troppo spesso riecheggia nei forum dedicati al fitness e allo sport in generale. Ecco perché tutto ciò è falso

sudare fa dimagrire

Lo so, non è un argomento di un certo livello… Ma mi sono deciso di trattarlo per le tante sciocchezze che girano ancora, anche nel mondo sportivo, anche tra i ciclisti principianti, purtroppo. La domanda che troppo spesso sento ancora o leggo in qualche forum dedicato al fitness e allo sport in generale è sudare fa dimagrire?

Per carità, se anche tu la pensi così non è certo colpa tua. Certo, un po’ di informazione non ti farebbe male. Ma per troppi anni siamo stati bersagliati da informazioni ingannevoli e fuorvianti di questa o quella televendita di turno.

piano dimagrimento

Potrebbe interessarti l’eBook Come Allenarsi in Bici

come allenarsi in bici

Bene, facciamo allora un po’ di chiarezza e sfatiamo una volta per tutte questo falso mito: sudare non fa dimagrire! Se vuoi sapere il perché ti consiglio di proseguire nella lettura di questo articolo, in cui ti dirò anche che c’è solo un metodo per dimagrire… il resto sono solo chiacchiere!

sudare fa dimagrire

Sudare non fa dimagrire, ecco perché

Ti sei mai chiesto perché tutti gli sportivi che praticano sport dove si suda parecchio bevono costantemente acqua? Non certo perché temono di dimagrire durante una gara estenuante… magari fosse così semplice! Eppure si vedono ancora tante persone in giro che, con il caldo torrido, vanno in bicicletta o corrono al parco vestiti con felpe, cappucci, kway di plastica e pantaloni lunghi. Senza contare quello che indossano sotto: fasce dimagranti, pellicole di domopack, pancere, guaine.

Che cosa accade al tuo organismo quando cominci a sudare

Ed ecco la brutta notizia: le goccioline che il tuo corpo espelle quando sudi non sono l’effetto del grasso disciolto e trasformato in acqua ed espulso dal tuo organismo attraverso i pori (come in molti fino ad oggi ti hanno fatto credere). Sono semplicemente acqua. Esattamente: quando sudiamo espelliamo acqua dal nostro corpo.

Per essere più preciso, il sudore è costituito per circa il 98% da acqua per il restante 2% da composti organici (urea, creatina, amminoacidi), e da sali (sodio, potassio, cloro, magnesio). La concentrazione di questi elementi può variare in funzione dell’individuo, della temperatura e della quantità di sudore prodotta.

Con il sudore alcuni sali si perdono, in particolare sodio e cloro. Il potassio e il magnesio sono persi in misura minore perché si trovano entrambi all’interno della cellula. Fino a una sudorazione di tre litri, i sali minerali assunti con gli alimenti sono sufficienti a coprire le perdite; in esercizi sportivi intensi e di lunga durata si può arrivare a perdite notevoli, ad esempio 13-17 grammi di sali in 24 ore, difficilmente integrabili con una normale alimentazione. Ecco perché l’integrazione di sali minerali è necessaria solo in alcune situazioni.

Ecco perché se sudi in modo eccessivo e non reintegri a sufficienza l’acqua persa, il tuo organismo può andare in crisi, accusando nella migliore delle ipotesi colpi di calore, capogiri, mal di testa, crampi, dolori muscolari. Insomma, fai di tutto per sudare, non dimagrisci e in più rischi di star male.

L’importanza dell’acqua per lo sportivo

Tutti gli esseri viventi, vegetali e animali, hanno bisogno di acqua per far sì che le loro cellule si mantengano attive, crescano, si riproducano.

Prendiamo acqua da bevande e alimenti. Dobbiamo necessariamente riprenderci tutta quella che perdiamo attraverso la respirazione, la sudorazione, l’escrezione e la digestione perché, a differenza dei grassi e dei carboidrati, non siamo capaci di immagazzinata in depositi.

Quando bruciamo i nutrienti, nelle cellule produciamo come utilissimo “scarto” anche acqua: per ogni 100 calorie se ne liberano circa 14 grammi.

Le nostre cellule infatti utilizzano i nutrienti combinandoli con l’ossigeno: i prodotti finali sono anidride carbonica e acqua, i grassi ne producono di più delle proteine e dei carboidrati.

L’acqua non ha bisogno di essere digerita; il suo assorbimento si verifica in tutto il digerente, a partire dallo stomaco.

Oltre a costituire parte integrante delle cellule e supporto in cui avvengono tutte le reazioni chimiche e a partecipare ad alcune di esse, l’acqua trasporta le sostanze nutritive alle cellule e contribuisce attivamente alla regolazione delle temperatura corporea.

Grazie agli ordini provenienti dall’ipotalamo, una parte del cervello, se la temperatura aumenta si ha maggior flusso di sangue verso la periferia, i vasi sanguigni si dilatano (diventiamo “rossi”) e le ghiandole sudorifere diventano attive emanando sudore che, con l’evaporazione, ci permette di liberarci dal calore. Ogni litro di sudore evaporando sottrae 600 Kcal.

Qualche consiglio per il ciclista principiante

Assunto il fatto che sudare non fa dimagrire e che il sudore non è altro che la perdita di acqua presente nel nostro organismo, invece di vestirsi per sudare il più possibile è indispensabile vestirsi con abiti che traspirino e permettano di ventilare il nostro corpo durante l’allenamento.

Il ciclista deve bere molta acqua durante il giorno, a piccole dosi e spesso: la stessa cosa vale durante la pedalata; è meglio cominciare subito a bere, a piccoli sorsi, anche se non si ha sete e non si è ancora sudati; lo stimolo della sete è infatti una spia della necessità di acqua, necessità che il nostro corpo ha già da un po’ di tempo.

La raccomandazione per tutti è di introdurre un grammo d’acqua ogni kilocaloria ingerita, tenendo conto anche dei liquidi contenuti negli alimenti. Dunque, in una normale dieta da 2000 kilocalorie al giorno sono necessari almeno 2 litri di acqua. L’attività fisica aumenta notevolmente il fabbisogno. Il consiglio per il ciclista in attività è di bere circa un litro d’acqua ogni 2 ore, a piccole dosi.

Come fare dunque per dimagrire?

Il dimagrimento non è un processo così semplice. Quando ci alleniamo, lavoriamo sempre sulla massa magra e non su quella grassa. Durante l’attività fisica noi contraiamo i muscoli, non lavoriamo sul grasso corporeo. L’unica modalità per eliminare direttamente la massa grassa è quello della liposuzione (ma non è questa la soluzione che ti propongo).

Ma allora come bruciare grassi? Se non hai intenzione di ricorrere al chirurgo, l’unico modo che hai è quello di allenarti con la tua bici da corsa attraverso un metodo infallibile e di cominciare a seguire un piano alimentare che ti permetta di controllare l’assunzione calorica giornaliera in base al tuo reale fabbisogno, privilegiando possibilmente alimenti sani e utili al tuo scopo.

Se vuoi scoprire di più sull’argomento, ho predisposto per te l’ebook Come Dimagrire in Bici, che sta riscuotendo grande successo tra i cicloamatori:

dimagrire in bici