Zwift: il software per i rulli divertente

Zwift è il software molto in voga tra gli appassionati di ciclismo in quanto consente di collegare i rulli interattivi a un dispositivo e vivere un’esperienza virtuale

zwift training indoor cycling

Lo so per esperienza: per quanto possa piacerti lo sport che pratichi o per quanto tu possa essere motivato a seguire un piano di allenamento costante con la tua bici su strada, a volte è indispensabile tirare fuori dalla cantina i cari vecchi rulli e svolgere un training indoor cycling, soprattutto in inverno o nelle giornate dove le condizioni meteorologiche sono proibitive.

Il vero problema è che basta solo il pensiero di doverti allenare al chiuso con i rulli che in un attimo sei pervaso dall’ansia e dalla noia. Dunque che fare? Se anche tu ti trovi spesso in questa situazione, allora forse è arrivato il momento di prendere in considerazione una forma di allenamento con i rulli un po’ più divertente.

rulli

Esistono sul mercato tanti simulatori interattivi. In questo post voglio spiegarti come funziona Zwift. Ne hai mai sentito parlare? Pare che stia spopolando tra i cicloamatori e, con la stagione fredda in arrivo, potrebbe proprio essere una soluzione anche per te.

Zwift, molto più di un semplice simulatore per rulli

Zwift è un software, un simulatore di ciclismo su strada molto in voga tra gli appassionati di bici da strada o MTB in quanto consente di collegare un rullo interattivo a un dispositivo, come lo smartphone, il computer o il tablet, sul quale si materializzerà per te un fantastico paesaggio virtuale.

zwift training indoor cycling

Avendo a disposizione tutti gli accessori del caso poi, avrai anche la sensazione di affrontare un vero percorso, con tanto di salite e discese, percependo chiaramente un eventuale urto, scalando montagne e addirittura chattando in real time con gli altri concorrenti.

Altro piccolo particolare che ti può fare apprezzare Zwift: puoi allenarti in solitaria, formare squadre con gli amici oppure ancora competere con questi ultimi. La sfida non sarà mai noiosa perché esistono molti livelli di gioco, adatti anche ai vari step di competenza degli utenti.

=> Potrebbe interessarti l’ebook: Come Allenarsi a Casa con i Rulli

come allenarsi sui rulli

E poi… quando mai ti capiterà nella vita di veder sfrecciare al tuo fianco Robert Gesink e colleghi?

Come usare il simulatore per rulli Zwift

Usare il simulatore di ciclismo su strada Zwift è semplice ed intuitivo: ti basta collegare il rullo a una periferica in grado di connettersi ad internet e pedalare. A prescindere dal momento del giorno o della notte in cui deciderai di farlo, dato che questo software è conosciuto ed usato a tutte le latitudini del globo, troverai sempre qualcuno con cui interagire.

Per far sì che l’esperienza sia all’altezza però, oltre al rullo idoneo e alle periferiche di cui sopra, avrai bisogno anche di sensori di movimento e velocità, di una bici (ovviamente aggiungerei), di ricevitori per captare e registrare i dati rilevati dai dispositivi di controllo e di oggetti utili, quali un ventilatore, un asciugamano, un tappetino, dei misuratori di potenza e frequenza cardiaca.

Ma vediamo nel dettaglio di che cosa hai bisogno:

  • Rulli interattivi (i nuovi modelli 2019 sono elencati nell’ebook COME ALLENARSI SUI RULLI)
  • Sensore di cadenza e sensore di velocità con ANT+ o Bluetooth
  • Windows PC, Mac, Apple TV, iPad/iPhone o tablet/telefono Android
  • Un ricevitore ANT+ e/o Bluetooth per i dati dei sensori
  • Sensore di frequenza cardiaca*
  • Misuratore di potenza*
  • Smartphone*
  • Ventilatore*
  • Asciugamano*
  • Tappetino*

* Utili, ma non indispensabili

Quali rulli utilizzare con il simulatore Zwift per rulli

I rulli smart, detti anche interattivi rilevano, registrano ed inviano in automatico alla periferica dati quali il tuo peso, la tua velocità e persino la potenza della tua pedalata. Stai attento però, anche scegliendo quest’ultima tipologia, non è detto che l’esperienza risulti davvero realistica: esistono infatti dei rulli più o meno sensibili e capaci di simulare la realtà con maggiore o minore efficacia.

zwift training indoor cycling

Nel mio eBook COME ALLENARSI SUI RULLIclicca qui per vedere i contenuti – ho indicato, nelle varie caratteristiche tecniche dei rulli selezionati, quali sono quelli più adatti a Zwift. Le loro capacità di simulare le pendenze vengono in genere indicate con delle percentuali che oscillano dal 7% al 20%. Ovviamente potrai ottenere maggiore realismo utilizzando i modelli top di gamma, chiamati rulli Direct Drive.

Le periferiche

Per quanto riguarda le periferiche supportate ti sarà in ogni caso richiesto di scaricare su quella da te prescelta (Iphone, generici smartphone, Apple TV, computer Windows e MAC) il software in questione. Tieni presente però che Zwift ha ancora qualche problema con Android e che con tale sistema quindi funziona, e non sempre benissimo, soltanto nella sua versione beta.

Per la connessione con sistemi Apple dovrai invece usare sempre il Bluetooth. Nel caso di utilizzo della TV poi è meglio non adoperare Airplay e disporre un collegamento via cavo. Tra l’altro, per collegare anche i sensori, dovrai passare dallo smartphone, soprattutto se essi sono più di due. Gli Ant- poi necessitano in questo caso di un bridge.

I sensori

Prima di acquistare dei sensori è necessario verificarne la compatibilità con le periferiche che utilizzerai. Il tipo di segnale da loro inviato può essere Ant+ o Bluetooth. Il primo va posizionato vicino al sistema e necessita di un ricevitore (cosa quanto mai vera per i sensori Garmin), l’altro è in genere integrato.

In caso di connessione un po’ lenta o non eccessivamente affidabile cerca di tamponare utilizzando degli appositi cavi USB; certo, non farai enormi progressi, ma qualcosa migliorerà comunque…

Per quanto riguarda gli altri accessori elencati in precedenza non mi soffermerò a esaminare la loro funzione, abbastanza ovvia. Quello che vorrei semmai raccomandarti, soprattutto se non hai un rapporto fantastico con la tecnologia, è di chiedere sempre conferma ad un addetto ai lavori prima di acquistare tutti gli accessori a corredo del simulatore Zwift: procedendo a casaccio infatti rischieresti di comprare qualcosa di poco compatibile o per nulla performante in relazione agli accessori che magari hai già a casa e ciò basterebbe a darti, a torto peraltro, un’idea sbagliata di questo utilissimo software.

Zwift: il prezzo dell’abbonamento

Zwift non ha un prezzo fisso, ma viene proposto da Zwift Italia in abbonamento: costa 15 euro al mese. La soluzione in abbonamento è stata ideata per permetterti di allenarti quando vuoi, attivandolo o disattivandolo nei mesi che preferisci. Se interrompi l’abbonamento durante l’estate, le tue prestazioni, le miglia percorse e i risultati restano salvati.

Puoi acquistare l’abbonamento del simulatore Zwift su Mantel al prezzo di 45,00€ per 3 mesi oppure al prezzo di 180,00€ per tutto l’anno.